Basta pensare al cibo!

Ma è possibile ridurre il peso senza morire di fame?

La maggior parte delle persone crede che per perdere peso bisogna morire di fame, sentire proprio quel brontolio allo stomaco. Ma non è proprio così. Per lo meno dipende da quale regime alimentare si stia seguendo.

Se sei alla ricerca di qualche regime alimentare che ti permette di perdere peso in modo efficace sicuramente avrai sentito parlare della chetogenica. È quello che succede quando il tuo corpo passa a bruciare i grassi invece del glucosio per produrre energia, e succede solo quando mangi pochissimi carboidrati.La perdita di peso può essere una parte importante per così tante persone che hanno provato quasi tutte le altre diete là fuori ma non hanno visto i risultati sperati. Ma quando le persone sperimentano la chiarezza mentale e la concentrazione che la chetosi porta, il gioco cambia!Questo post ti guida attraverso uno dei meccanismi più importanti ma sottovalutati che rende la chetosi così efficace per le persone che hanno provato tutto le diete per perdere peso e non sono mai riusciti nell’inento: la soppressione dell’appetito.La chetosi ti aiuta a smettere letteralmente di pensare al cibo tutto il tempo.

Perché il conteggio delle calorie è così inefficace

Uno dei motivi per cui le diete antiquate e ipocaloriche tendono a fallire è perché queste diete ti fanno davvero morire di fame e causano voglie di cibo.Ridurre le calorie per perdere peso in eccesso cambia i tuoi ormoni che controllano la fame e la sazietà in modo che, dopo che ti sei affamato abbastanza da perdere peso, il cervello e l’intestino iniziano a far lavorare i tuoi ormoni contro di te.I tuoi ormoni urlano, “mangia di più e riprendi quel peso!” Quindi lo fai. E così inizia una vita di dieta yo-yo.Ma non deve andare così per te.Come hanno dimostrato tantissime storie di successo, in realtà è facile perdere peso, recuperare i normali livelli ormonali e controllare l’appetito attraverso la chetogenica. Se mangi una quantità maggiore di grassi sani raccomandati , prendi i carboidrati principalmente da verdure ricche di nutrienti , allora farai un favore al tuo sistema di controllo dell’appetito.

Scienza dietro l’uso della chetosi per smettere di essere affamati

La chetosi sopprime l’appetito in più di un modo.Quando inizi a mangiare più grassi e ad eliminare tutti quei carboidrati insensati (zucchero, pane e simili), tendi a smettere di sottoporre il tuo organismo a degli sbalzi di zucchero nel sangue che affliggono la maggior parte delle persone che seguono la dieta mediterranea standard. Queste fluttuazioni causano una fame intensa che ti fa barcollare da un pasto ricco di carboidrati all’altro, senza mai sentirti soddisfatto e non raggiungere mai lo stato di chetosi brucia-grassi profondo.La cosa eccitante è che i chetoni sopprimono l’appetito in una varietà di modi più sottili e significativi perché i chetoni possono controllare gli ormoni della fame e della sazietà. Gli scienziati hanno scoperto che i chetoni hanno un impatto sulla colecistochinina (CCK), un ormone che ti fa sentire pieno, e sulla grelina, l ‘”ormone della fame”.

Chetoni e CCK

Il tuo intestino rilascia CCK dopo aver mangiato, ed è un potente regolatore dell’assunzione di cibo, al punto che l’iniezione di CCK alle persone (in uno studio controllato!) Causerà loro una riduzione dei pasti.Il tuo corpo secerne meno CCK dopo aver perso peso. In altre parole, quando sei più magro, ti sentirai meno sazio con lo stesso pasto rispetto a prima di perdere peso. Quindi desidererai cibi più malsani. Tuttavia, la perdita di peso con chetosi ti impedisce di rimanere intrappolato in questa trappola.In effetti, un recente studio sull’American Journal of Clinical Nutrition ha dimostrato che anche dopo 8 settimane di perdita di peso che hanno portato a riduzioni significative di CCK, solo una settimana di chetosi ha riportato CCK ai livelli di base (pre-perdita di peso). In altre parole, quando il tuo organiso produce chetoni i livelli di CCK tornano nella “normalità” facendo diminuire il senso di fame.

Chetosi e grelina

La grelina è chiamata “l’ormone della fame” perché aumenta l’appetito. Viene rilasciato dallo stomaco e dall’intestino, con i livelli ematici che raggiungono il loro punto più alto durante il normale digiuno. Quando mangi un pasto, la grelina diminuisce in risposta ai nutrienti che circolano nel sangue.Quando gli scienziati danno la grelina ai ratti, mangiano di più, aumentano di peso e usano meno grassi per produrre energia. Quando noi esseri umani riceviamo iniezioni di grelina, ciò provoca un aumento del 28% dell’assunzione di cibo. Quando perdi peso i livelli di grelina aumentano, ma non se sei anche in chetosi.La chetosi sopprime completamente l’aumento dei livelli di grelina che si verifica con la perdita di peso.Infatti, se i soggetti dello studio avevano livelli di chetoni superiori a 0,3 mM durante la dieta, i loro livelli di grelina sono effettivamente diminuiti rispetto ai livelli di base (pre-perdita di peso).Un altro studio sull’European Journal of Clinical Nutrition nel 2013 ha riportato che i livelli di fame di soggetti dimagranti i cui livelli di chetoni nel sangue erano 0,48 mM erano completamente invariati rispetto al basale dopo 8 settimane di dieta, nonostante una diminuzione media del 12,5% del peso corporeo e un 13,4 % di perdita di massa grassa.Dopo due settimane di ritorno ai livelli non chetonici (i chetoni nel sangue misurati 0,19 mM), i tassi di fame e desiderio di mangiare dei soggetti erano significativamente più alti dei livelli di perdita di peso pre-peso. Ecco perché la dieta raccomanda e la chetogenica , perché se ci sei dentro spesso, non devi mai affrontare quella fastidiosa fame cronica.Poiché l’aumento dell’appetito dopo la perdita di peso è uno dei fattori chiave per il recupero del peso. Questo è uno dei più grossi problemi di tutte le altre diete.

You might also enjoy